Attività Istituzionale

< Torna all'elenco completo

Novità sul regime giuridico di sfalci e potature - Sabato 23 Settembre alle ore 9.30 presso il Teatrino della Reggia di Monza

Sabato 23 Settembre alle ore 9.30 presso il Teatrino della Reggia di Monza la Scuola Agraria del Parco di Monza ospiterà un incontro, patrocinato dalla Regione Lombardia - DG Agricoltura, per presentare le novità sul regime giuridico dei materiali vegetali non pericolosi (residui di sfalci e potature). Con l’occasione verranno affrontati altri temi di interesse per le aziende della filiera del verde, come ad esempio l’idoneità professionale del costruttore e manutentore del verde e la detraibilità fiscale per interventi di sistemazione del verde privato di giardini di case e condomini.

Assofloro Lombardia, in concerto con il Comando Carabinieri per la tutela dell'ambiente (ex Corpo Forestale) della REGIONE LOMBARDIA, ha definito un importante accordo, a chiarimento di quanto definito dall’art.41 L 154/2016, in materia di gestione dei residui vegetali derivanti dalla manutenzione del verde urbano. L’Art. 41 della Legge n. 154 del 28 luglio 2016 rende possibile l’esclusione dal regime dei rifiuti di sfalci e potature; l’accordo siglato chiarisce le condizioni fondamentali affinché ciò sia possibile, inerenti l’origine del prodotto, la destinazione e la modalità di trasporto. Ciò è valido indipendentemente dal fatto che a produrre il materiale di risulta sia un’azienda agricola o un'azienda artigiana.

Per una maggiore specifica e comprensione della tematica, la Scuola Agraria del Parco di Monza e Assofloro Lombardia organizzano un incontro aperto a tutte le aziende del comparto.

SABATO 23 SETTEMBRE 2017 – ORE 9,30 – 12,30 presso il Teatrino della Reggia di Monza

Interverranno Nada Forbici, Presidente di Assofloro Lombardia - Ettore Prandini, Presidente Coldiretti Lombardia e Vice Presidente Coldiretti Nazionale.

Verranno trattati anche i temi dell’idoneità professionale del costruttore e manutentore del verde e della detraibilità fiscale per interventi di sistemazione del verde privato di giardini di case e condomini (“Bonus fiscale del verde”).

La partecipazione all’incontro è gratuita fino ad esaurimento posti.

Prenotazione obbligatoria entro il 15.09.17 inviando la scheda di iscrizione viao mail o fax a segreteriacorsi@monzaflora.it

Nada Forbici, diplomata perito agrario all'istituto agrario G.Pastori, iscritta al Collegio dei Periti Agrari e Periti Agrari Laureati di Brescia, dal 1990 si occupa, nella veste di  responsabile amministrativa e gestionale, dell’ azienda di famiglia nel settore florovivaistico e nello specifico,  di costruzione e manutenzione del verde e di produzione piante ornamentali. Dal 2008 membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Florovivaisti Bresciani, a marzo 2011 viene eletta Vice-Presidente e, nel corso dello stesso anno, a novembre eletta Presidente, riconfermata nel 2017 per il terzo triennio 2017/2020. A maggio del 2013 viene eletta Presidente di Assofloro Lombardia, riconfermata nel 2016 per il triennio 2016/2019. Da ottobre 2013 è membro del Tavolo Tecnico Nazionale del Florovivaismo e dello Steering Commitee presso il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali a Roma, partecipando attivamente allo studio, elaborazione e stesura del nuovo piano triennale nazionale per il florovivaismo 2014-2016.Ad aprile 2017 viene nominata Membro della Consulta degli Esperti del Presidente Commissione Finanze della Camera dei Deputati.Nel corso della Presidenza intrattiene rapporti con gli stake holders istituzioni Provinciali, Regionali Nazionali e Ministeriali tra cui: Assessorati, Ersaf (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste)  Amministrazioni Comunali, Ordini professionisti, diverse Associazioni di Categoria correlate all’attività del florovivaismo quali Organizzazioni Sindacali agricole provinciali, regionali e nazionali Artigianali e Commerciali; partecipa a convegni e seminari, tavoli di filiera in rappresentanza del settore florovivaistico a livello provinciale, regionale e nazionale in veste istituzionale.