Attività Istituzionale

< Torna all'elenco completo

ASS. FLOROVIVAISTI BRESCIANI - ASSEMBLEA ANNUALE 04 MARZO 2015

ASSOCIAZIONE FLOROVIVAISTI BRESCIANI

 

Brescia  04 Marzo 2015

Oggetto: Assemblea dei soci 2015           

In data 04 marzo 2015 si è tenuta l'Assemblea annuale dei Soci e, nell'occasione, si è festeggiato il 40° anno di fondazione premiando con una targa commemorativa i Soci Fondatori e i Presidenti che si sono succeduti negli anni.

L'Ordine del giorno prevedeva i seguenti punti:

1) Presentazione Bilancio consuntivo 2014 e approvazione;

2) Saluto del Presidente,presentazione progetti in corso;

3) Saluto Invitati Istituzionali e Presidenti  delle Organizzazioni Sindacali;

4) Presentazione nuovo sito internet AFB;

5) Varie ed eventuali

Dibattito aperto all'assemblea

Approvato il verbale, la  Presidente Forbici dà il benvenuto agli associati presenti, ed agli ospiti intervenuti con particolare ringraziamento ai colleghi delle Province presenti (Bergamo, Modena, Verona, …), e rappresentanti di Istituzioni, Associazioni, Albi provinciali presenti a testimoniare l’attività di collaborazione in corso ed in costante crescita. 

L’Assessore Giovanni Fava  encomia l’attività dell’Associazione e del Presidente Nada Forbici per gli obiettivi raggiunti e la determinazione nel perseguirli. Un’altra prerogativa che a livello regionale è oggetto di negoziazione riguarda la nuova PAC. Vi è apertura anche per l’accesso al nuovo piano di sviluppo rurale, grazie al quali le aziende florovivaistiche possono accedere alla misura 1 (formazione) 2 (consulenza) 4 (investimenti) 5 (giovani) (energie) 16 (cooperazione e progetti di rete).

In merito al riconoscimento albo professionale: l’Assessore illustra lo stato di avanzamento del progetto. Tra le problematiche a cui si intende dare risoluzione rientra in primo luogo l’abusivismo, manovra che deve mantenersi nel rispetto della libertà di mercato. Alcune proposte trovano limitazioni nelle normative nazionali delle gare d’appalto. La negoziazione circa l’esportazione di piante in Turchia ha riscontrato alcune difficoltà e rallentamenti, legati alla burocrazia di entrambi i Paesi, subendo un rallentamento nella sottoscrizione di un protocollo condiviso, che è tutt’oggi oggetto dell’attività

Il Presidente di Confagricoltura Brescia, Dr. Martinoni,  esprime la vicinanza all’Associazione ed all’attività che essa promuove attraverso l’impegno in questo periodo storico di crisi del settore florovivaistico. L’invito è quello di collaborare per cercare di portare avanti obiettivi e raggiungere i traguardi che l’Associazione ci prepone. L’augurio, con l’occasione del quarantesimo anniversario dalla fondazione, è quello di crescere per consolidare.

Il Presidente di Coldiretti Brescia e Lombardia, Dott. Prandini,  esordisce esprimendo disappunto per l’andamento negativo dell’opportunità di Expo per le aziende Florovivaistiche Bresciane, escluse dall’accesso alle opere previste. Continua citando l’esempio della BreBeMi, come caso emblematico di fallimento di progettazione e realizzazione di opere mitigatrici dell’ambiente. Continua citando le problematiche che pesano sulle aziende del comparto, quali lo smaltimento delle ramaglie e del materiale vegetale proveniente dall’attività di giardinaggio, la concorrenza sleale e l’abusivismo che rovinano il mercato del settore florovivaistico, esprimendo l’appoggio verso la manovra di abilitazione professionale per favorire le aziende virtuose. Introduce, inoltre, la proposta di inserire le opere a verde in ambito privato nella defiscalizzazione già applicata per altri beni di consumo. Anche nel campo della internazionalizzazione dei prodotti florovivaistici il richiamo è alle Istituzioni ed al lavoro necessario per promuovere lo sviluppo di questo mercato.

Il Presidente Forbici presenta lo scenario della nuova PAC, che per la prima volta nel 2015 è accessibile anche alle aziende florovivaistiche, pur con alcune limitazioni provenienti dalle dimensioni medio-piccole delle realtà del comparto. L’invito alle aziende presenti, bresciane e di altre province, è quello di presentare le richieste di contributo in modo da creare uno storico di dati attraverso il quale crescere negli anni a venire. 

Il Presidente passa ad enunciare le problematiche inerenti le accise. L’Assessore Fava risponde che spetta al Ministero dell’Agricoltura la deliberazione nel merito delle accise per la serricoltura.

Forbici conclude l’intervento denunciando le attività indiscriminate di interventi di potature svolti senza professionalità causando danni biologici alle piante e danni permanenti al verde pubblico e all’ambiente, rispetto alle quali chiede la collaborazione dell’Assessore Regione Lombardia e delle Istituzioni.

Al termine dell'Assemblea inizia un momento conviviale durante il quale vengono consegnate le targhe ai Soci Fondatori e ai Presidenti succedutisi negli anni

 

La stampa dice di noi.....     

Il Giornale di Brescia     clicca qui per scaricare il pdf  

BresciaOggi                 clicca qui per scaricare il pdf

Il Corriere della Sera      clicca qui per scaricare il pdf